Cos’è l’olio evo: usi e benefici dell’oro liquido

da

Una corretta dieta alimentare è il primo e fondamentale passo per uno stile di vita sano, che aiuti a mantenere il benessere fisico e mentale. L’olio extra vergine d’oliva, in tutto questo, ha un ruolo fondamentale, ma cos’è l’olio evo? Si utilizza solo in cucina? Come riconoscere una produzione di qualità?

Cos’è l’olio evo?

L’acronimo evo indica l’olio extra vergine d’oliva e fu coniato dall’agronomo Marco Epifani per meglio distinguere questa tipologia di olio da quello non extra vergine.  Le differenze tra i due, infatti, sono molte e tra le fondamentali c’è che l’olio evo si ricava da olive che non hanno mai toccato il terreno e non sono state sottoposte ad alcun trattamento, oltre a essere lavorato esclusivamente con metodi meccanici.  L’olio d’oliva, invece, è il frutto di una miscela di olio d’oliva vergine e altri oli raffinati.

Cos'è l'olio evo

Il benessere a tavola

Le molte proprietà dell’olio extra vergine di oliva permettono di mantenere il corpo in salute, ma con gusto. Gli acidi monoinsaturi di cui è ricco aiutano a mantenere alti i livelli di HDL (il colesterolo buono), fondamentale per tenere pulite le arterie. Aiuta inoltre a regolare la pressione arteriosa e dà giovamento a chi soffre d’artrite e osteoporosi. Naturalmente essendo un grasso, per quanto benefico, non bisogna eccedere nelle dosi.

Come scegliere l’olio evo

Al naso, l’olio deve ricordare l’aroma di oliva verde, che assomiglia all’erba appena tagliata; in mancanza di questa caratteristica è probabile che si tratti di olio di scarsa qualità. Al palato deve essere un po’ piccante e amaro: questo aspetto è dato dalla presenza dei polifenoli che proteggono il prodotto dall’ossidazione (e proteggono noi che lo mangiamo dall’invecchiamento precoce). Infine, è fondamentale scegliere un olio spremuto a freddo (la temperatura di spremitura ed estrazione non deve mai superare i 30°C) in modo che le proprietà organolettiche rimangano intatte.

Non solo in cucina: 5 consigli di bellezza

L’olio evo non fa bene solo se ingerito, ma può essere utilizzato anche per la bellezza di pelle e capelli. Qualche consiglio pratico?

  • Aiuta a idratare i capelli secchi, li ammorbidisce e li rafforza. Basta applicarlo direttamente sulle punte o aggiungerne un po’ allo shampoo;
  • Allevia le infiammazioni; i polifenoli sono antinfiammatori naturali e un composto fenolico specifico, l’oleocantale, è conosciuto per agire in modo simile all’ibuprofene nel corpo;
  • Aiuta a proteggere la pelle danneggiata dal sole, basta usarlo come una comune crema;
  • È utile come scrub; per farne uno illuminante per le labbra, basta mescolare olio evo, zucchero di canna e miele;
  • Eccezionale come struccante, soprattutto per rimuovere i prodotti waterproof senza creare irritazioni.

Cos’è, quindi, l’olio evo se non un elisir di bellezza e bontà?

Prova l'olioextravergine al tartufo

Cena Piemonte
Food box Piemonte Incanto Cena

Iscriviti alla nostra newsletter

15 + 14 =

© VENTUNO ITALY. All Rights Reserved.

PIVA 09161350963

Pin It on Pinterest

Share This